Cosa sono le Neuroscienze Cognitive?

Le Neuroscienze cognitive appartengono all’ambito più vasto delle Scienze Cognitive, un approccio interdisciplinare allo studio della Mente, che coinvolge Psicologia Cognitiva, Neuroscienze, filosofia, antropologia, linguistica ed Informatica.
La nostra vita, sia personale che professionale, è scandita dalla necessità di prendere costantemente decisioni.
Ma in che modo prendiamo queste decisioni?
Quale modello decisionale determina le nostre azioni?
Quali effetti uno specifico stile decisionale ha sulla nostra vita?
E su quella degli altri?
Ognuna di queste domande può essere analizzata da varie prospettive e le possibili risposte possono fornire dati rilevanti in diversi ambiti applicativi tra i quali anche quello lavorativo, del marketing e delle vendite.

Se fotografiamo il cervello di una persona durante il processo di acquisto di un prodotto o un servizio o se misuriamo la sua attività elettrica in milionesimi di volt per secondo, osserveremo delle attività in zone del cervello che genericamente riguardano:

  • emozioni nella zona intermedia
  • istinti nella zona profonda
  • aspetti relazionali-sociali nella parte esterne frontali
  • ragionamento razionale nella corteccia esterna laterale

Grazie alle Neuroscienze le immagini hanno fotografato in quali parti del cervello si manifestano questi pensieri e con la misurazione delle onde celebrali quando e con che intensità mettendo le basi alle analisi di quelli che definiamo i comportamenti delle persone a seguito dei diversi stimoli nelladiverse situazioni che interessano il mondo del business e dell’economia:

  • nella risoluzione di problemi più o meno complessi
  • nelle scelte (marketing)
  • nei processi di acquisto
cosa sono le neuroscienze

Ispirazione e base scientifica

Molte conoscenze sono rimaste un patrimonio dei ricercatori universitari, tuttavia esperti di economia, management, marketing e di vendita hanno cominciato ad utilizzarli: come Martin Lindstrom autore di NeuroMarketing® (neologismo che coniuga le Neuroscienze al Marketing) e di altri bestseller tradotti in più di 50 lingue in 70 paesi. Martin è citato da Time come una delle 100 persone più influenti al mondo e ha analizzato le attività cerebrali e i comportamenti d’acquisto dei consumatori con una ricerca durata 3 anni e un investimento di oltre 7 milioni di dollari.
Citiamo anche Simon Hazeldine, autore di 5 best seller tra cui Neuro-selling, consulente, conferenziere e trainer tra i più esperti nelle vendite.
Hanno influenzato e rafforzato le convinzioni su base scientifica gli studi di Psicobiologia di Robert Cloninger, psichiatra genetista americano, gli studi del 2003 del Prof. Geraldo Zaltman dell’Hardward Business School, del Prof. Simon-Baron Cohen dell’Università di Cambridge, del Prof. Elkhonon Goldeberg della New York University, del Prof. Giacomo Rizzolati dell’Università di Parma, del Prof. Marco Iacoboni della UCLA, del  premio Nobel Prof. Richard H. Thaler dell’Università Chicago.

neuromarketing